Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

Celtici

Ciondolo martello di thor

2b09

Nuovo prodotto

1 Articolo

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 1 Punto Fedeltà. Il totale del tuo carrello 1 punto può essere convertito in un buono di 0.50 €.


Costi e tempo di spedizione
Costi
10.00 €
Tempo
da 5 a 10 giorni lavorativi
Scegli il paese ed il corriere che preferisci

15.84 €

-12%

18.00 €

Dettagli

Il magico martello da guerra Mjollnir venne donato agli Asi dai Nani. Secondo il mito raccontato nel Skáldskaparmál di Snorri Sturluson, il dio Loki aveva fatto una scommessa con il Nano Brokkr sostenendo che il di lui fratello, il fabbro Eitri, non fosse capace di produrre manufatti prodigiosi quanto quelli prodotti dai Figli di Ivaldi, altra stirpe di Nani noti per l'aver forgiato la magica lancia Hrungnir.

I poteri magici di Mjöllnir erano:

  • la capacità di frantumare qualsiasi cosa gli si fosse parato davanti;
  • la capacità di ritornare nelle mani di colui che lo brandiva, dopo averlo lanciato (una caratteristica, questa, riscontrata anche in un'altra arma magica della tradizione indoeuropea: il Vajra sanscrito);
  • la capacità di rimpicciolirsi sino a divenire il monile di una collana comodamente trasportabile sotto alla camicia;
  • la capacità di resuscitare i morti.

Mjöllnir aveva un'enorme potenzialità distruttiva ed era simbolicamente associato al lampo. Soltanto Thor e suo figlio, Magni, erano in grado di sollevarlo. Il racconto di come Thor venne in possesso di Mjöllnir viene narrato nel poema Thorsdrapa del XII secolo.

Per maneggiare quest’arma formidabile, anche un dio come Thor aveva bisogno di speciali guanti in ferro forgiati dai nani. Inoltre Thor possedeva una speciale cintura magica che raddoppiava la sua potenza divina (ed ergo anche quella di Mjöllnir) quando indossata. L'impatto di Mjöllnir causava potenti rombi di tuono, e dal nome di questa divinità deriva la parola "tuono" in molte lingue germaniche (in norreno, "þórr" significa "tuono").

Con il suo martello Thor indugiava nel suo sport preferito: uccidere i giganti. La maggioranza dei miti pervenutici sulle imprese di Thor e iscrizioni su monumenti, indicano che Thor era uno tra gli dei preferiti degli antichi scandinavi.

Nel Trymskvida, la più leggera e divertente avventura di Thor, il gigante Thrym ruba di nascosto Mjöllnir al dio e chiede in cambio la bella Freyja.

L'importanza di Mjöllnir, arma a un tempo letale e fruttificante, è tale che i figli di Thor, Móði e Magni, non potranno separarsene. Così, alla morte del padre, perito nel Ragnarok insieme alla sua nemesi, il Miðgarðsormr, i due dèi erediteranno il magico martello e non lo lasceranno al fianco di Thor nel suo corredo funebre.

Recensioni

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Scrivi una recensione

Ciondolo martello di thor

Ciondolo martello di thor

194 Prodotti della stessa categoria: